Sciascia: coraggio e solitudine

0
117

ARRIVATI IN REDAZIONE

a cura di Antonio Comerci

 

Sciascia: coraggio e solitudine
Leonardo Sciascia (1921 – 1989) viene ricordato in questo libro per l’attività politica
e per l’impegno civile. «Mi sono sempre occupato di politica in senso etico» ha dichiarato
quando ha accettato la candidatura nelle liste del Partito Radicale sia per la Camera
dei Deputati che al Parlamento Europeo.
Sarà deputato dal 1979 alll’83. Precedentemente, nel 1975, come indipendente nella
lista del Partito Comunista, era stato eletto consigliere comunale a Palermo, a furor di
popolo con un gran numero di preferenze, al secondo posto dopo Achille Occhetto –
allora segretario del PCI siciliano – e prima di Renato Guttuso. Nel 1977 si dimette
da consigliere comunale per la contrarietà al compromesso storico e il rifiuto
dell’estremismo che lo avevano portato in rotta di collisione con la dirigenza
del Pci. Ma queste “militanze”, sono una piccola parte dell’impegno politico ed
etico di Sciascia.
Valter Vecellio in questo libro riporta quindici saggi, articoli, interventi a lezioni
e conferenze che riportano «uno Sciascia politico, che consapevolmente
“confonde” etica e politica. Uno Sciascia che non per caso si ignora e si cerca di
occultare» come scrive l’autore nella presentazione.
Vecellio è un giornalista di lunga militanza e grande esperienza. È stato redattore
fondatore di Radio Radicale e direttore del settimanale satirico Il Male. Si occupa
da sempre di giustizia, terrorismo, criminalità organizzata. Alla Rai è vice
caporedattore al TG2.

Valter Vecellio “Leonardo Sciascia: la politica, il coraggio della solitudine” Ponte
Sisto ed. Roma 2019

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui