Turati in Francia

0
172

Nel 1921, un secolo fa, Carlo Rosselli partecipa al congresso di Livorno dove apprezza le posizioni riformiste di Filippo Turati. Dopo il delitto Matteotti del 1924 Carlo Rosselli rompe gli indugi e decide di militare attivamente nel Partito Socialista Unitario di Matteotti e Turati. Nel 1926 Carlo Rosselli abita a Milano e frequenta un gruppo di giovani antifascisti, tra i quali Ferruccio Parri, che riescono a far espatriare Treves e Saragat. Più difficile far espatriare Turati, tenuto sotto stretto controllo dalla polizia e ormai deluso e addolorato dalla scomparsa dell’amata Anna Kuliscioff. Rosselli e Parri riescono a convincerlo e condurlo in macchina a Savona, da lì Pertini e Oxilia hanno predisposto un’imbarcazione per la Corsica, da dove Turati e Pertini proseguono per Nizza. Parri e Rosselli rientrano in Italia a Marina di Carrara, dove vengono arrestati.

 

Nella foto il gruppo che sbarca Calvi (Corsica) nel dicembre 1926, con didascalia originale di Sandro Pertini. Da sinistra: Lorenzo Da Bove, Filippo Turati, Carlo Rosselli, Alessandro Pertini e Ferruccio Parri. Fonte: Fondazione Turati-Centro studi Sandro Pertini.

Fonte: Centro studi e documentazione “Sandro Pertini”

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui