QCR 4.2022 – “Il futuro dell’Europa” a cura di Andrea Mulas

0
193

Nel quarto numero del 2022 dei Quaderni del Circolo Rosselli, il tema principale è “Il futuro dell’Europa” con gli atti della tavola rotonda organizzata dall’Aici (Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane), a Roma il 13 settembre 2022, a cura di Andrea Mulas. La pubblicazione, come scrive Valdo Spini, presidente dell’Aici e direttore dei QCR, intende «dare il suo contributo per parlare di Europa in questo momento così complicato e così difficile. Con un po’ di retorica, intende dare un contributo alla coscienza europea del nostro Paese. Alla coscienza che senza una politica europea dell’Italia, i nostri gravi problemi non si risolvono, anzi si aggravano».

Giuliano Amato nel suo intervento iniziale, nel convegno e nel QCR, ha dichiarato tra l’altro: «Il cammino verso un’Europa più integrata è inevitabilmente accidentato e dipende dalla predisposizione cooperativa o conflittuale di identità e di interessi nazionali, che ci sono e che, realisticamente, sono destinati a restare. Arriveremo dunque mai a una federazione? Temo proprio che abbia ragione il Tribunale costituzionale tedesco, quando scrive che i passi avanti che potremo fare così come sinora è accaduto sono quelli che stanno dentro i confini di una Unione di Stati». Segue l’intervento di Elisabeth Guigou già Ministro e deputata all’Assemblée Nationale francese e al Parlamento europeo.

E poi, interventi e contributi di Giuseppe Benedetto, Marco Buti, Franco Ippolito, Andrea Puccetti, Blando Palmieri, Giuseppe Bronzini, Innocenzo Cipolletta, Beatrice Covassi, Maria Panetta e Andrea Mulas, il curatore di questo numero del QCR.

Segue in questo numero del Quaderno la sezione Storia e Memoria con due interventi del direttore Spini sull’inaugurazione della Sala Giacomo Matteotti alla Camera dei deputati e per il centenario della Facoltà valdese di teologia a Roma.

Infine, la consueta rubrica sui Libri arrivati in redazione di Antonio Comerci

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui