L’idea d’Europa dall’origine a oggi

0
129

ARRIVATI IN REDAZIONE

a cura di Antonio Comerci

L’idea d’Europa dall’origine a oggi
La prima istituzione europea con fini pratici e non tanto politici e diplomatici, data per
l’appunto 70 anni fa, con la Ceca (Comunità europea del Carbone e dell’Acciaio), che
si evolve sei anni dopo con il Patto di Roma (1957) nella la Cee (Comunità economica
europea), per approdare all’Unione Europea del 1992.
Queste trasformazioni non nascono dal nulla, ma sono il frutto della lunghissima
evoluzione di un’idea. Il libro è il racconto delle esperienze intellettuali che produssero
questa idea: un’Europa unita con uno Stato che riconcilia le varie nazionalità che
hanno prodotto rivalità e guerre per secoli.
Il Rinascimento è costellato di personaggi straordinari che la concepirono, a
cominciare da Enrico IV, il “re della tolleranza”, e del suo fedele ministro Sully.
Nei secoli seguenti il quacchero William Penn, dalle sponde del nuovo mondo
teorizzò l’unità europea, quindi tocca al socialista Henri de Saint-Simon. Nel
Novecento riprendono l’idea europeista i fratelli Rosselli e Altiero Spinelli, uniti
nel tentativo di scongiurare le miserie della guerra che di lì a poco trascinerà
l’Europa nel disastro.
I saggi contenuti nel libro sono di Daniele Archibugi, Franco Alberto Cappelletti,
José María Pérez Fernández, Francesco Petrillo, Glauco Schettini, Luisa Simonutti, Valdo Spini, Andrea Suggi, Yves-Charles Zarka. In appendice, il “Discorso” sulla pace in Europa di William Penn.
Valdo Spini, direttore dei Quaderni del Circolo Rosselli, nel saggio “L’europeismo
del filone politico e ideale rosselliano” parte dalla citazione della “Storia
dell’idea di Europa” di Federico Chabod, storico e militante del Partito d’Azione.
Quindi la presa di posizione di Carlo Rosselli nel 1935 con un importante
articolo sul periodico “Giustizia e libertà”. Un lungo filo europeista che arriva
alla svolta autonomista del PSI e al ruolo di Riccardo Lombardi.
I curatori. Franco Alberto Cappelletti è professore ordinario di Filosofia del
diritto. Autore di numerosi saggi, per ultimo (2019) ha curato La riorganizzazione
della società europea di Henri de Saint-Simon e Augustin Thierry. Luisa
Simonutti è dirigente di ricerca presso l’Istituto per la storia del pensiero filosofico
e scientifico moderno del CNR. Ha dedicato i suoi studi alle questioni
filosofiche e politico-religiose dei secoli XVI e XVII.

Franco Alberto Cappelletti – Luisa Simonutti (a cura di) “L’idea di Unione Europea
– Dal Rinascimento al Manifesto di Ventotene”, Castelvecchi ed. Roma
2021

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui