“Firenze. La tragica estate 1944”

0
460

Volentieri segnaliamo:

Conferenza stampa Giovedi 27 novembre, ore 11.30 – sala Pistelli di Palazzo Medici  Riccardi, via Cavour 1

 “OPERAZIONE FEUERZAUBER”, UN LIBRO RACCONTA

LA NOTTE IN CUI FURONO DISTRUTTI I PONTI SULL’ARNO

Le foto e le testimonianze delle distruzioni compiute tra il 3 e 4 agosto del 1944

Sarà presentato giovedì 27 novembre alle ore 11.30, nella Sala Pistelli di Palazzo Medici Riccardi, il libro Firenze. “Operazione Feuerzauber”. La tragica estate 1944 curato da Luca Giannelli ed edito da Scramasax.

Feuerzauber, in italiano “incantesimo di fuoco” era il nome che i tedeschi attribuirono all’operazione militare che si concretò nella notte tra il 3 e il 4 agosto nella distruzione dei ponti sull’Arno e dei quartieri a nord e a sud del Ponte Vecchio. In occasione del Settantesimo di quegli eventi e della Liberazione di Firenze il libro rievoca quei giorni e quegli avvenimenti attraverso le testimonianze dei protagonisti volontari e involontari di quei giorni: Herbert Agricola, che all’epoca vestiva la divisa della Wermacht, Elnith Arbuthnot, fiorentina di nascita ma “anglobecera” di appartenenza, Charles Macintosh, comandante di un reparto dello spionaggio britannico, Francesco Berti, membro del CTLN per la Democrazia Cristiana, Sergio Giannelli, abitante di Via Guicciardini, una delle strade più pesantemente devastate dalle mine tedesche.

Alla rievocazione storica e alle testimonianza si accompagna un ricco apparato fotografico che consente di confrontare il prima e il dopo le distruzioni dei quartieri del centro storico fiorentino sulle due rive d’Arno.

Interverranno alla presentazione Andrea Barducci, Presidente della Provincia di Firenze e Valdo Spini, Presidente della Fondazione Circolo Fratelli Rosselli, le cui istituzioni hanno patrocinato il volume, e Simone Neri Serneri, Presidente dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana. Saranno presenti il curatore Luca Giannelli e Massimo Tarassi, autore dell’introduzione storica del volume.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui